10 Gennaio 2019  17:53

I ricavi di Unieuro per canale di vendita e per categoria merceologica

Emanuela Sesta
I ricavi di Unieuro per canale di vendita e per categoria merceologica

La slide dei ricavi di Unieuro per canale di vendita

I dati forniti tra i risultati finanziari dei primi nove mesi della catena

I primi nove mesi dell’esercizio 2018/19 di Unieuro si sono così chiusi:

 

Il canale retail (69,7% dei ricavi totali) - che al 30 novembre 2018 era composto da 226 punti vendita diretti dislocati in aree ritenute commercialmente strategiche e caratterizzati da diverse dimensioni in termini di superficie - ha consuntivato un incremento del 14,3% delle proprie vendite a 1.064,2 milioni di euro, principalmente per effetto dell’aumento del parco negozi (+18 punti vendita rispetto al 30 novembre 2017) e delle maggiori vendite realizzate sulla rete preesistente, che ha tra l’altro beneficiato di un aumento del traffico.

 

Il canale Online (11,3% dei ricavi totali) ha generato 173,2 milioni di euro di ricavi (+34,6%) registrando una crescita di 44,5 milioni rispetto ai primi 9 mesi dell’esercizio precedente. Contribuisce anche positivamente ai ricavi online la controllata Monclick S.r.l., che ha apportato nei nove mesi ricavi per 34 milioni di euro, al netto dei quali la crescita organica delle attività Web di Unieuro è stata pari al 30,5%.

 

Il canale Indiretto (11,2% delle vendite complessive) - precedentemente denominato Wholesale e che comprende il fatturato realizzato verso la rete di negozi affiliati e i ricavi prodotti nel segmento della Gdo attraverso partnership con primari operatori di settore, per un totale di 274 punti vendita - ha registrato ricavi pari a 170,5 milioni di euro, in crescita del 10,1% rispetto ai 154,9 milioni dei primi 9 mesi del precedente esercizio. I nuovi accordi di affiliazione sottoscritti nel periodo hanno comportato un aumento di 3 unità nel numero di punti vendita rispetto al 30 novembre 2017, a cui si è sommato l’effetto positivo della strategia commerciale adottata dal Gruppo.

 

Il canale business-to-business (6,3% dei ricavi totali) - che si rivolge a clienti professionali, anche esteri, che operano in settori diversi da quelli di Unieuro, quali catene di hotel e banche, nonché a operatori che hanno la necessità di acquistare prodotti elettronici da distribuire ai loro clienti abituali o ai dipendenti in occasione di raccolte punti, concorsi a premio o di piani di incentivazione (cosiddetto segmento B2B2C) - ha registrato vendite per 95,7 milioni di euro, sostanzialmente in linea con lo stesso periodo del precedente esercizio. L’apporto della controllata Monclick è stato pari a 11,1 milioni di euro.

 

Il canale travel (1,6% dei ricavi totali) - composto da 12 punti vendita diretti ubicati presso alcuni dei principali snodi di trasporto pubblico quali aeroporti, stazioni ferroviarie e metropolitane - ha registrato ricavi in crescita del 34,9% a 23,8 milioni di euro grazie anche all’inaugurazione del punto vendita ex-DPS/Trony ubicato presso la stazione metropolitana di Milano San Babila e inaugurato nel mese di ottobre 2018.

 

La categoria Grey (47,7% dei ricavi totali) - ovvero macchine fotografiche, videocamere, smartphone, tablet, computer e portatili, monitor, stampanti, accessori per la telefonia nonché tutti i prodotti tecnologici indossabili - ha generato ricavi per 728,8 milioni di euro, in aumento del 16,7% rispetto ai 624,5 milioni dei primi 9 mesi dell’esercizio precedente grazie al positivo andamento del segmento Telefonia, che ha beneficiato dello spostamento di mix verso l’alto di gamma e delle buone performance di alcuni nuovi modelli.

 

La categoria White - che rappresenta il 26,1% delle vendite ed è composta dagli elettrodomestici di grandi dimensioni (MDA) dai piccoli elettrodomestici (SDA) oltreché dal segmento climatizzazione - ha generato un fatturato di 398,7 milioni di euro, in crescita del 9,8% rispetto ai 362,9 milioni dell’anno precedente, grazie al successo della continua strategia di focalizzazione sulle categorie alto marginanti, in cui Unieuro ha confermato la propria leadership di mercato.

 

La categoria Brown (17,5% dei ricavi totali) - comprensiva di televisori e relativi accessori, dispositivi audio, dispositivi per smart Tv, accessori auto, nonché di sistemi di memoria - ha conseguito nel periodo in esame una significativa crescita dei ricavi a quota 267 milioni di euro (+17,7% rispetto ai 226,9 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente), beneficiando del crescente successo dei televisori di fascia alta, in particolare ultraHD e OLED, del buon andamento del comparto audio e dell’effetto traino dei Mondiali di calcio 2018.

 

La categoria Altri prodotti (4,6% dei ricavi totali), che include sia le vendite del settore entertainment, sia di altri prodotti non compresi nel mercato dell’elettronica di consumo come gli hoverboard o le biciclette, ha registrato ricavi per 70,6 milioni di euro, in crescita del 7,4% rispetto ai primi 9 mesi dello scorso esercizio grazie soprattutto alla buona performance delle console di gioco.

 

La categoria Servizi (4,1% dei ricavi totali) ha registrato la miglior crescita in assoluto, incrementando i ricavi del 28,8% a 62,3 milioni di euro grazie all’espansione della rete di vendita e al continuo focus di Unieuro sull’erogazione di servizi alla propria clientela, con particolare riferimento alle estensioni di garanzia e al credito al consumo.

Contenuti correlati : merceologie FY Unieuro ricavi canali primi nove mesi

ACCADDE OGGI

  • 18 Marzo 2015
    Nuovo store Euronics a Carmagnola (TO)
    Domani, 19 marzo, apre a Carmagnola, in provincia di Torino, il 25° punto vendita di Dimo Spa, socio Euronics che opera in Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta ed Emilia Romagna.

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy